Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_vienna

Anagrafe

 

Anagrafe

1. L' AIRE

L’AIRE è l´Anagrafe della popolazione italiana residente all´estero. E´ stata istituita nel 1990, ai sensi della Legge n. 470 del 27 Ottobre 1988 (“Anagrafe e censimento degli italiani all'estero”) e del suo regolamento di esecuzione, D.P.R. n. 323 del 6 settembre 1989.

Tutte le informazioni sulla disciplina vigente in materia di Anagrafe degli italiani residenti all’estero con particolare riferimento alle procedure attivabili presso gli Uffici consolari italiani sono consultabili sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale al seguente link:

AIRE - Informazioni dal sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale


2. SOGGETTI TENUTI ALL’ISCRIZIONE ALL’AIRE

Iscriversi all'AIRE è un obbligo prescritto dalla legge istitutiva dell’AIRE nei seguenti casi:

  • se si è cittadini italiani e si intende spostare la propria residenza all'estero per un periodo superiore ai dodici mesi. 
  • se si è cittadini italiani nati all’estero e da sempre residenti al di fuori del territorio italiano;
  • se si acquisisce la cittadinanza italiana all’estero.

A tale riguardo, si specifica che non devono iscriversi all’AIRE:

1. i cittadini che si recano all'estero per un periodo non superiore a dodici mesi.
2. i cittadini che si recano all'estero per l'esercizio di occupazioni stagionali;
3. i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all'estero e  le persone con essi conviventi, i quali siano stati notificati alle autorità locali ai sensi delle convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari, rispettivamente del 1961 e del 1963, ratificate con legge 9 agosto 1967, n. 804
4. i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero


3. MODALITA’ DI ISCRIZIONE E DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

L’iscrizione all’A.I.R.E. deve essere effettuata entro 90 giorni dal trasferimento della residenza in Austria.

Ai fini dell’iscrizione all’AIRE è obbligatorio presentare:

1. Domanda di iscrizione debitamente compilata e firmata (modulo per l'iscrizione all'AIRE: a) compilabile e stampabile su PC, b) versione per la stampa e compilazione a mano)
2. Certificato di residenza in Austria rilasciato in data non anteriore a sei mesi (Bestätigung der Meldung mit Hauptwohnsitz
3. Documento di riconoscimento in corso di validità (per il passaporto: fotocopia delle pagine contenenti foto, firma e autorità emittente; per la carta d’identità: fotocopia fronte retro del documento)

La domanda di iscrizione all’A.I.R.E. deve essere presentata dal cittadino maggiorenne italiano per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela.

L’iscrizione può essere presentata:

a) presso gli sportelli della Cancelleria consolare negli orari di apertura al pubblico senza necessità di previo appuntamento
b) per posta indirizzata alla Cancelleria consolare, Ungargasse, 43 – 1030 Vienna
c) via e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica anagrafe.vienna@esteri.it  (a conferma della ricezione, l’utente riceverà esclusivamente una risposta automatica). Si informa che verranno accettati solamente file in formato .pdf
d) presso gli sportelli dei Consolati onorari italiani in Austria (vedi lista Consolati onorari in Austria)

L’iscrizione all’AIRE è gratuita.


4. TEMPISTICA

Tutte le richieste relative all’A.I.R.E. presentate direttamente presso gli sportelli di questa Cancelleria consolare saranno trattate a vista.

Tutte le richieste relative all’A.I.R.E. presentate via posta, via e-mail o presso gli sportelli dei Consolati onorari italiani verranno trattate in ordine cronologico di arrivo, secondo i criteri di imparzialità e trasparenza. Le domande vengono processate nel termine di 30 giorni lavorativi dalla data di ricezione della domanda completa.

Le domande incomplete per mancanza di uno dei tre documenti richiesti non potranno essere trattate e i termini di lavorazione della pratica saranno sospesi fino al momento in verranno presentati i documenti mancanti a cura del richiedente.

L’analisi circa la completezza o la regolarità della domanda verrà effettuata da questa Cancelleria Consolare al momento della trattazione della pratica e sarà cura dell’Ufficio Anagrafe contattare direttamente l’interessato in caso di domande incomplete o irregolari.

Si comunica che la conferma di avvenuta iscrizione all’AIRE verrà effettuata esclusivamente dal Comune italiano, ente competente alla regolare tenuta dell´anagrafe della popolazione residente all'estero e non dalla Cancelleria consolare.

Si pregano pertanto gli interessati di attendere la relativa notifica da parte del Comune italiano o di contattare direttamente il Comune italiano per averne conferma. Per agevolare la relativa notifica e le successive comunicazioni, è necessario fornire sempre un indirizzo e-mail ed un recapito telefonico.


5. DATA DI DECORRENZA DELL’ISCRIZIONE ALL’AIRE

L’iscrizione all’AIRE decorre dalla data di ricezione del modello informativo da parte del Comune italiano e non può in ogni caso essere retrodatata. L’iscrizione all’AIRE non potrà quindi decorrere né alla data di presentazione della domanda a questa Cancelleria consolare, né alla data di effettiva residenza in Austria.

Il cittadino italiano può però, prima di trasferirsi all’estero, rendere al Comune italiano di residenza la dichiarazione di trasferimento di residenza all'estero. In questa ipotesi, l’iscrizione AIRE decorrerà dal giorno della dichiarazione resa in Comune allorquando la pratica di iscrizione all’AIRE verrà perfezionata dal richiedente presso questa Cancelleria Consolare presentando la richiesta di iscrizione all’AIRE attraverso l’iter sopra descritto.

L’iscrizione all’AIRE comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) del Comune di provenienza.


6. OBBLIGHI ANAGRAFICI SUCCESSIVI ALL’ISCRIZIONE

I cittadini hanno l’obbligo di fornire a questa Cancelleria Consolare tutte le eventuali future notizie e variazioni che si verifichino durante la permanenza all’estero: cambio indirizzo, trasferimento, rimpatrio, cittadinanza, mutamenti dello stato civile (matrimonio, divorzio, vedovanza, eventuale nascita di un figlio o decesso di un componente del nucleo familiare, etc.).

Per quanto riguarda l'indirizzo di residenza, si ricorda che qualora lo stesso non risulti più attuale e la corrispondenza inviata venisse restituita al mittente, questa Cancelleria Consolare, nell’impossibilità di acquisire l’indirizzo aggiornato, provvederà a darne formale comunicazione al Comune italiano competente per la cancellazione all’AIRE per irreperibilità.
Per l’aggiornamento dell’indirizzo di residenza, è sufficiente presentare o inviare apposita richiesta in carta semplice allegando copia del nuovo certificato di residenza austriaco per tutti i componenti del nucleo familiare.

L’aggiornamento dei propri dati anagrafici e dell’indirizzo di residenza assume una notevole importanza per agevolare le prestazioni consolari ed il rilascio dei certificati, così come per l’esercizio del diritto di voto. Il mancato aggiornamento dei data anagrafici comporterà necessariamente una dilatazione dei tempi nell’erogazione di qualsiasi servizio consolare richiesto che potrà avvenire solo dopo la regolarizzazione anagrafica.

Si ripete che al fine di facilitare la trattazione delle pratiche e le comunicazioni con i cittadini italiani iscritti all’A.I.R.E. è sempre necessario fornire un indirizzo e-mail ed un recapito telefonico.


7. CANCELLAZIONE DALL’AIRE

La cancellazione dall’AIRE viene effettuata:

  • per iscrizione nell’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) di un Comune italiano a seguito di rimpatrio; 
  • per morte, compresa la morte presunta giudizialmente dichiarata; 
  • per irreperibilità presunta, salvo prova contraria, trascorsi cento anni dalla nascita o dopo la effettuazione di due successive rilevazioni, oppure quando risulti non più valido l’indirizzo all’estero comunicato in precedenza e non sia possibile acquisire quello nuovo; 
  • per perdita della cittadinanza italiana


8. RIMPATRIO IN ITALIA O TRASFERIMENTO ALL’ESTERO

Sia in caso di rimpatrio in Italia che di trasferimento in un altro Stato estero, occorre provvedere alla cancellazione della residenza in Austria presso le Autorità locali competenti e trasmetterne copia a questo Ufficio, comunicando altresì il nuovo indirizzo di residenza.

Si comunica che la cancellazione da questa Anagrafe consolare non perfeziona la contestuale iscrizione all’Anagrafe della popolazione residente (in caso di rimpatrio in Italia) o all’Anagrafe consolare presso lo Stato estero di destinazione. Permane, infatti, l’obbligo di recarsi presso il Comune italiano o la Rappresentanza consolare italiana di destinazione al fine di formalizzare l’iscrizione.

Dopo aver preso visione delle informazioni di dettaglio sopra enunciate, qui di seguito un sintetico promemoria riepilogativo:

L’AIRE

COS’E’: E’ l´Anagrafe degli italiani residenti all'estero
CHI DEVE ISCRIVERSI: I cittadini italiani che si trasferiscono all’estero per un periodo superiore ai 12 mesi
PERCHE’: E’ un obbligo di legge ed è necessario per usufruire dei servizi consolari
COME: Presentando il modulo di iscrizione (- compilabile e stampabile su PC - versione per la stampa e compilazione a mano); fotocopia di un documento di identità in corso di validità; certificato di residenza austriaca (Bestätigung der Meldung mit Hauptwohnsitz)
QUANDO: Entro 90 giorni dal trasferimento della residenza in Austria
DOVE: Presso la Cancelleria Consolare di Vienna; presso i Consolati onorari italiani in Austria; via e-mail o per posta

CONTATTI:
Cancelleria Consolare dell'Ambasciata d'Italia
Ungargasse 43 - 1030 Vienna
Ufficio Anagrafe Consolare - AIRE
email: anagrafe.vienna@esteri.it


53